I brand e la Pietra Filosofale

 

No, non stiamo pensando a Harry Potter in questo momento… Secondo alcune tradizioni vi sono quattro elementi principali ovvero fuoco, terra, aria, acqua.
Possiamo leggerli in modo analogico per i brand?

Il fuoco del brand è la sua capacità di creare ingaggio emotivo, accendere la vera scintilla che determina scelta e nuovamente scelta che si trasforma in fedeltà. Allo stesso tempo il fuoco è anche la capacità di continuare a evolvere in sintonia con un contesto in continuo mutamento. Questo implica la capacità di mettere in discussione ciò che viene fatto, di pensare a cose nuove, con la forza a volte dolorosa di abbandonare qualcosa.
La terra del brand è la sua storia, le sue radici, il legame con l’insieme di sedimenti di significati, di pensieri, di emozioni, di esperienze e percorsi intrecciati in modo profondo.
L’aria del brand è la sua capacità di spiccare il volo, di muoversi in nuovi spazi, di raggiungere piani e livelli diversi di un mercato sempre più globale ma allo stesso tempo sempre più segmentato per esigenze specifiche e stili di vita caratteristici.
L’acqua del brand è la sua capacità di raggiungere una determinata armonia, un flusso equilibrato di attività che permea l’intera organizzazione contrastando tendenze centrifughe, conflitti di relazione o burrasche istituzionali.

E la quintessenza? In fisica essa rappresenta una forma di energia, mentre nella tradizione alchemica si riferisce a una ipotetica essenza costituente dell’universo. Nell’accezione più comune è la peculiarità essenziale di una realtà ovvero il grado massimo di una qualità.

Ma qual è allora la quintessenza per i brand?
L’evento Brandy è nato proprio con l’obiettivo di cercarla, insieme, unendo esperienze, sensibilità e percorsi diversi. Forse non la conosceremo mai, ma almeno proveremo a goderci il viaggio.